Nerone 2015

Brucia il cuore nel fuoco della città

consumato dalle fiamme e dalla brace.

Ardente, irriverente cola lava

dalle fessure dell’amore,

lungo le protuberanze manipolatrici,

scioglie ogni cosa.

E vorresti la neve col suo freddo

a placar il vivere che insiste nella carcassa.

Tutto in fumo,

nel volteggio di tabacco dell’ultima sigaretta.

La vita mi va stretta per questo me l’accendo.

Nerone 2015ultima modifica: 2015-11-27T21:22:01+00:00da antropoetico
Reposta per primo quest’articolo

Commenti (2)

  1. fabiana.giallosole

    Antrooooooooooooooooo. Sei sicuro che …di fronte alle “protuberanze manipolatrici”…”vorresti la neve col suo freddo”?
    Boh! Resisti anche quando “Ardente, irriverente cola lava dalle fessure dell’amore”. Mon Dieu Antro! Dici sempre di essere passionale! Io aggiungo che hai, sicuramente, un notevole “self-control”!. Scherzo, naturalmente. Bellissima anche questa tua rima …di fuoco. Merita davvero il titolo di Nerone.
    Ci concedi qualche replica ai nostri commenti? nel mio blog c’è il solto omaggio settimanale alle tue poesie. Buonissima domenica!

    1. antropoetico (Autore Post)

      Ciao Fabiana, dolce amica mia. Sono in fase criptica- mistica-introspettiva. Insomma un gran casino! ^______________^ Parlando di Fuoco ho pensato a Nerone che incendiò Roma. La vita è un fuoco che arde, che brucia dentro, una fiamma esistenziale!

Lascia un commento