Spina di castagno

Sono qui,così, forse sì forse no.

Sono spina di castagno, aculeo nel dito,

parte di te ma corpo estraneo che fa male.

Una ferita senza sangue, una bolla di purolento liquido,

qualcosa da cancellare con l’alcol e la sutura della vita.

Lo sai che stai cercando altro ormai.

Non bastano le frasi appese a un discorso senza senso,

l’imutile perdita di tempo digitando pensieri sulla tastiera.

Mi vedi volare via, uccello in volo, gabbiano di ventosa scogliera.

Nulla è come prima, nulla lo sarà di nuovo

mentre ti spogli e abbracci un’altra vita con meno tormento

e più carne al di dentro.

Pochi secondi e il passato sarà trapassato di fotografia.

Spina di castagnoultima modifica: 2015-11-28T19:33:56+00:00da antropoetico
Reposta per primo quest’articolo

Commenti (2)

  1. fabiana.giallosole

    …adoro le castagne! ^___________________^. Riflessioni profonde e dolcemente tristi ma…sempre dette in maniera magistrale.Buona serata caro Antruccio.

    1. antropoetico (Autore Post)

      Cara Fabiana sono felice che tu mi segua con continuità. Sai che la poesia mi piace e che la trovo il mezzo per eccellenza per esprimere le emozioni dell’essere umano. Purtroppo tendenzialmente ogni poeta è anche un pelino triste di fondo! Un abbraccio e grazie per l’angolo “poeisa” sul tuo blog! ;))

Lascia un commento